Regole ufficiali del calcio balilla

Calcio Balilla con arbitro

Entriamo nel merito delle regole ufficiali del calcio balilla, da molti definito più comunemente biliardino.
Prima di addentrarci nella spiegazione del regolamento, è bene precisare di come molti giocatori decidano di non applicare totalmente il regolamento ufficiale, allo scopo di rendere il gioco più dinamico e veloce: questione di interpretazioni ed adattamenti.
Molti giocatori (ovviamente non professionisti) amano giocare al biliardino applicando solamente due regole fondamentali:
è vietato il passaggio di palla ai giocatori della medesima stecca ed è altresì non ammesso fare le così dette rullate, ovvero le rapide rotazioni a 360 gradi della pedina, al fine di eseguire un tiro particolarmente forte.
Ma entriamo nel merito delle regole ufficiali del calcio balilla.

Calcio balilla: scopo del gioco e regole di base

Il gioco del calcio balilla, può essere definito un gioco del calcio in miniatura: come nel calcio giocato, lo scopo del gioco e fare goal all’avversario.
Nel calcio balilla, il giocatore che per primo segnerà un numero di 8 goal al proprio avversario, avrà vinto la partita. Ogni sette goal effettuati dai giocatori, sarà necessario effettuare il cambio di campo.
Come nel calcio giocato, sarà la sorte (si può usare anche in questo caso il lancio della monetina) a decidere chi dei giocatori inizierà le fasi di gioco: la pallina verrà posizionata nella zona difensiva, e prima che la stessa venga proiettata verso la porta avversaria, dovrà essere fatta battere contro una delle sponde del campo di gioco.
Le palline successive andranno rispettivamente al giocatore che avrà subito goal.
Nelle fasi di gioco, ogni giocatore potrà effettuare passaggi della pallina, solo tra ometti di stecche diverse e anche della stessa stecca, per un massimo di dieci secondi: trascorso il termine di 10 secondi, il giocatore sarà obbligato ad effettuare un tiro; nel caso non venisse effettuato un tiro nel tempo prestabilito di 10 secondi, il giocatore avrà commesso un fallo di gioco.
Qualora l’ultimo passaggio dovesse essere stato effettuato tra due ometti posizionati sulla medesima stecca, o se la pallina dovesse essere stata fermata, o se lo stesso ometto dovesse toccare la palla due volte, prima di effettuare il tiro in porta, sarà necessario far preventivamente battere la pallina sulla sponda del campo di gioco; in caso contrario il giocatore avrà commesso un fallo di gioco.
Nelle fasi di gara, un giocatore non potrà effettuare il tiro “pallonetto” ovvero la circostanza nella quale la pallina dovesse scavalcare una o più stecche. Anche qualora dovesse avvenire un tiro a pallonetto non voluto e fortuito, la palla dovrà essere fatta battere su una sponda del campo di gioco, prima che avvenga il tiro in porta: in caso contrario, il giocatore commetterà un fallo di gioco.
Nel caso un giocatore dovesse commettere un fallo di gioco, se la pallina dovesse passare all’avversario, sarà concessa la regola del vantaggio; in caso contrario, la pallina verrà rimessa al centro.
In caso di goal conseguente ad un fallo di gioco, il punto non sarà convalidato al giocatore che avrà commesso il fallo.
Qualora la pallina dovesse entrare in porta ed uscire successivamente in modo fortuito, il goal sarà considerato valido.

Come detto precedentemente, queste sono le regole ufficiali internazionali del calcio balilla, queste poi variano in base alla località e molto spesso anche tra bar dello stesso paese.
In Italia nelle competizioni non ufficiali, la partita viene vinta dalla squadra che per prima raggiunge i 10 punti.
Molto comune è attribuire ad una singola partita solamente 10 palline, in questo caso la partita finisce quando tutte e dieci le palline sono state giocate.
Questa modalità di gioco simula di più una vera partita di calcio in quanto è anche possibile il pareggio, quindi molto amata dagli italiani noti in tutto il mondo per essere fanatici di calcio.

Giocatori e strumenti del calcio balilla

Nel gioco del calcio balilla è possibile giocare un giocatore contro l’altro o due giocatori contro due giocatori.
Il tavolo di gioco ha forma rettangolare e solitamente viene realizzato con l’ausilio di materiali quali legno, plastica o metallo; il fondo del campo di gioco presenta il disegno di un campo di calcio tradizionale, con tanto di delimitazioni delle tipiche aree del gioco reale.
I tavoli da gioco sono inoltre provvisti di aste, alle quali vengono fissate delle file di giocatori realizzati in plastica.
I giocatori sono composti dal portiere, tre difensori, cinque centrocampisti e due attaccanti.
Per giocare si utilizza una pallina: ne esistono varie, caratterizzate da diverse colorazioni, grandezze e grammature.
La pallina standard che viene utilizzata nei tornei ufficiali, è di colore bianco e il suo peso è di nove grammi.
Il nostro consiglio è quello di non acquistare palline troppo particolari, come le palline fluorescenti, a forma di pallone da calcio o esagoni: tali scelte talvolta tendono a sviare l’acquirente dall’acquisto di palline semplici ma estremamente funzionali.
Consigliamo comunque per variare il gioco e renderlo più entusiasmante, quello di utilizzare palline di colore differente alle quali si attribuiscono punteggi differenti.

Storia del calcio balilla

Persone che giocano a Calcio Balilla negli anni venti

Sembra che il calcio balilla sia stato ideato e concepito in Germania, nel corso degli anni venti e trenta da Broto Wachter: l’intenzione dell’inventore era quella di trasferire le emozioni del gioco del pallone, su un tavolo.
La diffusione vera e propria di quello che sarebbe diventato un gioco popolarissimo in Europa e non solo, avvenne intorno agli anni cinquanta.

Federazione Internazionale Calcio Balilla da Tavolo

La Federazione Internazionale Calcio Balilla da Tavolo o International Table Soccer Federation – ITSF, è stata fondata nell’anno 2002: oggi la federazione conta oltre 50 Paesi affiliati, tra i quali per l’Italia vi sono la Federazione Italiana Calcio Balilla e la Federazione Paralimpica Italiana Calcio Balilla.
La Federazione Italiana Calcio Balilla FICB è riconosciuta a livello nazionale per l'attribuzione del titolo di campione italiano calcio balilla individuale e squadra campione italiana di calcio balilla.
La Federazione Paralimpica Italiana Calcio Balilla – FPICB è stata fondata nel 2011 ed è riconosciuta dal Comitato Italiano Paralimpico: ad oggi la FPICB rappresenta l’unica Federazione Italiana strutturata per attribuire titoli sportivi a para-atleti.

Le varie specialità del gioco del Calcio Balilla

Il Calcio Balilla non è un gioco universale: esistono infatti diverse specialità; le regole che comunemente vengono applicate al gioco in Italia, sono differenti rispetto a quelle che vengono applicate in altri Paesi.
Nelle competizioni internazionali ed in generale all’estero, sono infatti consentiti i passaggi da un giocatore all’altro della stessa linea, definito in gergo tiki taka; tale pratica in Italia è assolutamente proibita, e se eseguita, verrà regolarmente sanzionata, penalizzando non poco i giocatori.
Da ultimo vogliamo precisare l’esistenza di diverse specialità amatoriali: le più comuni sono il Tradizionale e il Volo.

Dilettarsi nel gioco del Calcio Balilla

Il Calcio Balilla è oggi come ieri un gioco particolarmente divertente e coinvolgente: potrete dilettarvi in questo gioco, acquistando uno dei tanti prodotti che caratterizzano la nostra offerta.
Moltissimi sono i tavoli da gioco disponibili nel nostro catalogo, tutti caratterizzati dalla massima qualità, a prezzi assolutamente competitivi.
Il nostro top di gamma è il Calcio Balilla Pantheon, un modello assolutamente esclusivo, realizzato completamente in vetro, unico nei materiali e nelle forme.
Consultando la nostra proposta, potrete visionare moltissimi prodotti, quali ad esempio il Tavolo Calcio Balilla Maracana per esterno, il Tavolo Calcio Balilla Gladiator, ed altri prodotti di elevata qualità.

Tavoli da Calcio Balilla Consigliati

Una selezione dei nostri migliori tavoli da Calcio Balilla