Come imparare a giocare a biliardo? Guida pratica

Scopriamo le regole per imparare a giocare al biliardo classico: imparare a giocare a biliardo ci permetterà di divertirci in compagnia dei nostri amici

 

Le regole del biliardo classico sono il primo passo per scoprire un gioco affascinante, tanto da poter essere definito un’arte: prendere confidenza con le regole e con i materiali ci permetterà in poco tempo di passare dalla teoria alla pratica del gioco sul panno vedere. Vieni a scoprire le diverse tipologie di tavoli da biliardo [J1] che vendiamo online.

 

Regole per imparare a giocare al biliardo classico

 

Partiamo dall’equipaggiamento, che nel biliardo è costituito da una stecca,  lunga normalmente 150 centimetri (anche se ne esistono di più corte e più lunghe), un tavolo (che ha tre dimensioni standardizzate, cioè 2 metri, 2,5 metri e 3 metri) e le palle da biliardo, che sono numerate in pari e dispari, piene o a strisce e che comprendono una palla nera (numero 8) e una palla bianca, più pesante della altre e anche l’unica che può essere direttamente colpita dai giocatori.

 

Per quel che riguarda le regole biliardo 8 o classico, viene costruito un castello composto dalle palle (esclusa quella bianca) che viene colpito dal primo giocatore. Se una palla va in buca, il giocatore viene assegnata la serie a cui la palla appartiene (piene o a strisce). A quel punto vanno messe in buca tutte le palle, esclusa la numero 8, che va imbucata per ultima (imbucare prima vuol dire perdere la partita).

 

I giocatori mantengono il loro turno di battuta finché riescono a imbucare una delle palle della serie loro assegnata: quando non ci riescono, oppure commettono un fallo (come quello di imbucare la palla dell’avversario oppure di tirare la palla al di fuori del tavolo) il turno passa all’avversario.

 

Cosa succede se la palla bianca finisce in buca?

 

Abbiamo detto che la palla bianca è l’unica che può essere colpita direttamente dal giocatore: ma cosa se si mette la palla bianca in buca nel biliardo pool? In questo caso il giocatore commette un fallo e questo comporta che il turno di tiro passi al suo avversario. Ma non solo: infatti l’avversario ottiene la “palla in mano” e può quindi posizionare la palla bianca per il suo tiro in qualunque punto del tavolo. Si tratta di un vantaggio molto importante per il giocatore che può scegliere la posizione migliore per il suo tiro: per questo è molto importante, prima ancora di imparare a giocare a biliardo, conoscere le regole per evitare di incorrere in grossi errori. Quindi attenzione anche ad altri possibili errori, come quello di non colpire nessuna palla durante il proprio turno o di toccare per prima una delle palle dell’avversario.

 

Per esempio, abbiamo visto come imbucare la palla 8 prima delle altre porti a perdere la partita: questo può avvenire anche in altri casi, per esempio quando con un tiro un giocatore fa uscire la palla 8 dal tavolo oppure quando mette in buca la palla 8 insieme all’ultima palla della serie che gli è stata assegnata.

 

Come giocare a biliardo all’italiana

 

Diverse sono le regole e gli strumenti del biliardo all’italiana: prima di tutto il tavolo non ha buche, poi vengono utilizzati dei birilli, bianchi e rossi. Ci sono solo tre palle, di tre colori diversi e bisogna utilizzare la propria palla o bilia per colpire quella avversaria e abbattere i birilli per fare punto. Non è semplice capire come giocare a carambola, anche perché esistono molte varianti diverse di questo tipo di gioco: in questo caso la differenza fra le varie versioni dipende dal numero di biglie presenti sul tavolo, dalla sequenza in cui queste vanno colpite e dalla necessità o meno di colpire le sponde con il proprio tiro.

 

Nella carambola, che è la variante di gioco più diffusa, i birilli vengono posizionati al centro del tavolo a formare una croce (con quello rosso al centro e intorno quelli bianchi, per un totale di 5 birilli) e i giocatori si alternano nel tiro, cercando di colpire con la propria bilia quella dell’avversario e allo stesso tempo di buttare giù i birilli. Vi sono diversi punteggi, che vengono attribuiti a seconda di quanti e quali birilli vengono abbattuti.

 

Come si gioca a biliardino? Attenti alla confusione

 

Avvicinandosi al mondo del biliardo potremmo essere confusi dalle numerose varianti di questo gioco, dai nomi e dalle regole, che possono sembrare anche molto complesse a un primo sguardo. Attenzione però a non incorrere in un diffuso errore che si genera per un’assonanza di nomi: pensando al biliardo, molti potrebbero chiedersi come si gioca al biliardino. In realtà, il biliardino non ha nessuna attinenza con il biliardo classico, giocato con palle e stecche, ma sta a indicare il classico calcio balilla, che ha rappresentato per molti un tipico divertimento delle lunghe estati di qualche decennio fa.