Il gioco del biliardo è molto tecnico e richiede una buona impostazione di impugnatura della stecca, determinante per poter massimizzare i risultati di gioco.

Il primo passo per imparare a tenere al meglio una stecca è quella di tenerla con la mano dominante posta all'altezza del bacino. Una delle mani va posta verso l'estremità posteriore della stecca. All'incirca, la mano deve essere posizionata a una distanza compresa tra i 10 e i 14 centimetri dal punto finale della stecca, formando un angolo di novanta gradi con la stecca.

Ricordiamo, inoltre, che la presa, seppur stretta, non deve esserlo in maniera eccessiva in quanto molto principianti tendono a stringere troppo e a non mantenere una posizione rilassata. Il corpo, invece, deve allinearsi con il pallino bianco, così da avere un controllo maggiore sul colpo. La stecca va afferrata con pollice e indice (aggiungendo, se lo si vuole, anche il medio per un tiro più potente).

Dopo aver stabilito come impugnare la stecca da biliardo , adesso si deve posizionare bene il corpo. La prassi è quella di chinarsi verso il tavolo da biliardo e, dopo aver impugnato la stecca, ci si dovrà piegare così poter avere una visione in linea retta verso il pallino.

L'altra mano, invece, deve formare il cosiddetto "ponticello" e deve stare poggiata sul tavolo a una distanza tra i 14 e i 20 centimetri dal pallino. Più vicino si è a quest'ultimo più preciso sarà il colpo. La posizione a ponticello permette di tenere in posizione di equilibrio la stecca. Questa posizione è molto importante e nel corso di questa guida ne approfondiremo le caratteristiche.

Per il tiro, la presa va tenuta costante per tutto il tempo in cui si guarda la palla da colpire. Bisogna sempre fissare il punto del pallino bianco da colpire per imprimere effetto e forza desiderati. Naturalmente, bisogna prima concentrarsi sull'imparare bene come tenere la stecca e perfezionare in seguito le tecniche per colpire la palla.

La stecca va tenuta nel suo punto di equilibrio e dopodiché è possibile effettuare il colpo. Nel corso del movimento non bisogna mai perdere la mira e se, inizialmente, si hanno dei dubbi il consiglio è quello di far andare avanti e indietro la stecca avvicinandosi al pallino ma senza toccarlo.

Quando ci si sente sicuri e con la presa ben bilanciata si potrà sferrare il colpo. In questo modo si avrà più sicurezza di colpire il pallino nel modo corretto. La biglia, inoltre, deve essere colpita in modo deciso, tenendo il corpo inclinato sul tavolo per tutto il movimento e dopo l'impatto tra stecca e biglia. Anche nel momento del contatto la mano non va stretta sulla stecca. Infatti, una presa troppo decisa può fare ondeggiare la stecca e modificare la direzione del tiro, provocando un errore di mira

Le dita della mano che fanno da ponte per la stecca devono essere indirizzate verso l'esterno, mentre il pollice verso la parte interna.

 

Come fare il Ponticello?

Abbiamo già accennato al ponticello. Si tratta della posizione che si deve assumere con la mano che sostiene la punta della stecca da biliardo.

Riuscire a eseguire in modo corretto il ponticello significa poter colpire in modo corretto in ogni occasione la biglia. Tenere la mano ferma e salda sul tappeto di gioco è fondamentale per un'esecuzione ineccepibile del tiro.

Inoltre, occorre anche specificare come il ponticello debba adattarsi al biliardo in base alle situazioni che possono verificarsi durante le fasi di gioco come, ad esempio, la biglia che tocca la sponda, la biglia che si trova in posizione centrale del castello o vicina al pallino e così via.

Partiamo con il ricordare che, nel biliardo, ci sono due differenti tipologie di ponticello: quello a mano aperta e quello ad anello (solitamente il più complesso). Il primo, a mano aperta, è più semplice e comodo. Si adatta, quindi, a tutte le situazioni ed è fondamentale quando si deve colpire la biglia nella parte centrale in altro, ovvero per quello conosciuto come colpo in testa.

 


Per il ponticello a mano aperta si deve, innanzitutto, stendere la mano sul tappeto di gioco con tutte le dita aperte.
Successivamente, occorre chiudere di poco la mano, lasciando le dita tese e il polso che tocca il tappeto.
A questo punto, pollice e indice vanno avvicinati, formando un incavo a forma di V.
Su quel punto andrà a scorrere la stecca.


Il ponticello ad anello, come già accennato, è quello meno comune in quanto più complesso da eseguire.
In questo caso, il dito indice forma proprio un anello intorno alla punta della stecca.


Chi si approccia da poco a questo gioco ha maggiori difficoltà nell'eseguire questa posizione in quanto meno naturale di quella a mano a aperta. Chi ci prova, infatti, si lascia spesso abbattere dai risultati poco soddisfacenti. Naturalmente, è tutta questione di allenamento ed abitudine. Provando più volte ci si accorgerà che, in fondo, non è una posizione così difficile.

Il vantaggio del ponticello ad anello è una precisione più elevata nel colpo. Questo dipende dal fatto che la stecca non subisce ondulazioni nel corso del tiro. La posizione ad anello, quindi, è l'ideale quando si vuole dare molta velocità e forza alla biglia e nei colpi sotto il centro della palla.

Lo svantaggio, invece, è non poter alzare di molto il tiro non potendo colpire bene la biglia sopra il centro, ovvero in testa.

Come bilanciare ed equilibrare una stecca da biliardo

Per poter bilanciare ed equilibrare al meglio la stecca da biliardo occorre tener conto di due elementi fondamentali: il tipo di sbracciata e la comodità.

Per quanto riguarda la sbracciata, si tratta di un fattore che determina in modo significativo il tipo di colpo che viene effettuato sulla biglia. Considerando il tipo di massa dell'attrezzo da gioco, il tipo di sbracciata naturale di ogni giocatore da biliardo ha un ruolo determinante sul colpo tramite un fattore ben preciso, ovvero l'accelerazione.

Questo vuol dire che dipende il tipo di sbracciata si otterrà una certa tipologia di forza. Nel caso in cui si tiene un baricentro o un bilanciamento della stecca che spinge verso in avanti, con un senso di spinta quindi più elevato, e la sbracciata del giocatore non è molto morbida o fluida, ogni singolo errore durante il processo di tiro verrà maggiormente evidenziato. Questo significa fare maggiore fatica nel gestire il movimento della biglia e non riuscire a dare la direzione desiderata.

L'altro aspetto determinante nel bilanciamento ed equilibrio della stecca da biliardo è la comodità. Si tratta di un concetto a volte non preso molto in considerazione in quanto sembra banale ma non lo è affatto.

La comodità si riferisce alla posizione relativa alla corretta esecuzione delle diverse tecniche del biliardo, ovvero quella che nel gergo di questo sport viene chiamata impostazione. Questo tipo di posizione, come viene insegnato, deve essere sempre stabile e, soprattutto, comoda. Quest'ultimo aspetto, infatti, permette a ogni giocatore di ottenere un movimento del braccio decisamente più fluido e armonico. Questi elementi determinano un tiro finale più corretto e preciso.

La comodità, quindi, è legata al saper tenere in giusto equilibrio una stecca da biliardo. Infatti, questo attrezzo non deve essere considerato come un peso o qualcosa che ostacola l'esecuzione. Un giocatore che riesce ad avere una buona esecuzione e il tipo di tiro desiderato non percepisce, infatti, il reale peso e ingombro di una stecca.

Questo vuol dire che il peso viene percepito in modo più rilevante solamente se la stecca viene tenuta in modo non equilibrato e non bilanciato. Si tratta di un'impostazione che vale, generalmente, per ogni tipo di attrezzo che si tiene in mano. Senza equilibrio e bilanciamento, infatti, si percepisce prima la fatica.

Tenere con il giusto equilibrio una stecca da biliardo, quindi, cambia il modo di percepire il suo peso e migliora anche l'esecuzione di ogni tipologia di tiro, sia in termini di forza che di precisione.

La comodità, quindi, va considerata come un elemento fondamentale per bilanciare in modo corretto la stecca da biliardo, ricordando sempre che il fine deve essere quello di aumentare al massimo la fluidità e la scioltezza nella sbracciata.

 

Pesi stecca in avanti e indietro differenza

La stecca di biliardo può essere bilanciata, come si dice in gergo, in avanti o indietro. Per poter capire bene la differenza tra queste due posizioni è fondamentale comprendere cosa si ottiene nell'uno e nell'altro caso.

Se si effettua un bilanciamento del peso in avanti il colpo arriva prima e la palla battente tende a scappare. Questo vuol dire che serve un controllo superiore del braccio e della sbracciata. Inoltre, serve che il giocatore abbia una maggiore sensibilità nel saper dosare sia forza che effetto del tiro.

Questo tipo di bilanciamento del peso lascia una sensazione di maggiore stabilità sul ponticello. Lo svantaggio, invece, è quello di percepire maggiormente il peso della stecca.

Con il bilanciamento indietro del peso, invece, il colpo arriva dopo. Questo causa un controllo più elevato della battente che sembra correre meno. Con un bilanciamento indietro, quindi, viene favorita e stabilizzata la sbracciata. Inoltre, questa operazione riduce notevolmente anche la minima sbadata a livello della spalla e del gomito.

Questo fattore è, quindi, molto importante. Infatti, si tratta di un elemento che preoccupa da sempre chi gioca a biliardo, soprattutto a livello agonistico. Molta attenzione va posta, in questo senso, all'acquisto della stecca da biliardo da utilizzare. Molto spesso, chi non ha ancora tanta esperienza, fa questa scelta puntando maggiormente sull'estetica o la convenienza di prezzo. Invece, è importante effettuare l'acquisto con consapevolezza e, possibilmente, provando la stecca.

Pensare di adattare la stecca al proprio braccio intervenendo sul bilanciamento del peso non sempre funziona. Occorre, quindi, scegliere la stecca più adatta alle proprie caratteristiche e alla propria tecnica di tiro.

Acquistare un tavolo da Biliardo

Qui sotto trovi una selezione di tavoli da Biliardo, adatti sia per un uso casalingo che professionale.
Interessanti per casa i tavoli da biliardo trasformabili in tavolo da pranzo.

Per il giocatore piu' esigente invece conigliamo i nostri  biliardi professionali .

Sono disponbili tante soluzioni, per questo, consigliamo di visitare la nostra categoria Tavoli da Biliardo per un elenco completo di tutti i tavoli da Biliardo.