Sistemi e conteggi nel biliardo, quali sono?

La passione per il biliardo porta con sé non solo ore di divertimento con gli amici, ma anche un vero e proprio sport con cui competere ad alti livelli. Affinché si possano avere tutte le abilità per ottenere i risultati migliori è necessario conoscere le tipologie di sistemi e conteggi per il biliardo. Vediamo quali sono e come applicarli.

Angolo_50

Il sistema dei diamanti, conosciuto anche come Angolo 50 è il principale sistema per il conteggio dei punti a biliardo, nato principalmente per la carambola e successivamente traslato a tanti altri sport su telo verde.

Per applicare il calcolo bisogna utilizzare una formula composta da tre numerazioni: Partenza, Uscita e Attacco. Con questi termini si identificano nello specifico tre azioni legate alla posizione sul campo da gioco.

Partenza: sulla linea dei diamanti per la sponda lato bilia battente.

Attacco: sulla linea dei diamanti per la sponda di mira.

Uscita: sul panno verde per l'impatto in terza sponda.

La formula consiste nel calcolare l'Uscita sottraendo la Partenza all'Attacco.

Uscita=Partenza-Attacco.

Si possono ricavare le formule inverse ottenendo: Attacco=Partenza-Uscita e Partenza=Uscita+Attacco.

Per convenzione il valore del birillo rosso è di 50, che può variare a seconda della partenza in sponda lunga oppure in sponda corta.


L'Angolo 50 - sistema 5 sponde

Altra tipologia di sistema per il conteggio dei punti nel biliardo è quello dell'Angolo 50 a 5 sponde, questo si basa principalmente sul sistema dell'Angolo 50, ma aggiunge dei parametri rilevanti.

Per il corretto calcolo dei punti è fondamentale valutare il valore di uscita della terza sponda, poiché questo influisce sulla traiettoria tra i punti di uscita della quarta e della quinta sponda, prima di impattare la bilia avversaria.

Con le cinque sponde si attribuiscono i valori corrispondenti alla terza sponda per i birilli del castello, così da agevolare le traiettorie di collegamento tra quarta e quinta sponda.

Il punteggio del birillo rosso è di 39 punti, mentre i punteggi saranno 37, 34, 42 e 45 rispettivamente per Primo birillo lato quarta sponda corta, Secondo birillo lato quarta sponda corta, Primo birillo lato quinta sponda lunga e Secondo birillo lato quinta sponda lunga; a cui si aggiungono +3 punti a ogni ripetizione.

Al volo di una sponda

Uno dei tiri più azzardati e spesso utilizzati quando non si hanno soluzioni alternative è quello al volo di una sponda, questo necessita di un'ottima padronanza del corpo e una forza dosata perfettamente per non avvantaggiare l'avversario.

Il calcolo dei punteggi vari a seconda se si stia mirando verso la sponda corta oppure verso la sponda lunga. nel caso di sponda corda la numerazione di Partenza viene calcolata iniziando dal diamante centrale della sponda corta, rappresentato dallo Zero, a cui seguono le due sponde lunghe a destra e a sinistra fino a 15.

Tecnicamente la numerazione della Partenza identifica la sponda di Mira per agevolare la corrispondenza. Ora è importante determinare la posizione della bilia avversaria, nel caso quest'ultima non fosse a colla è necessario applicare un correttivo di 2 punti per ogni diamante di sponda corta su cui la bilia avversaria è stata proiettata.

Tiro di 2 sponde veloce

Questo sistema di calcolo non è così complesso come quello precedente e bisogna fare attenzione in gran parte al posizionamento dei diamanti.

Partendo dal diamante di mira, usualmente collocato a metà della sponda corta inferiore, è necessario traguardare la bilia avversaria sull'area dove vorremmo fosse colpita, immaginando una linea retta sulla sponda lunga verso il punto 8 e nel caso 6.

In questo caso la battuta sarà il risultato tra la somma di 8+6=14, avendo premura di mirare sulla gomma di protezione al numero trovato. Come è facile dedurre il tiro dovrà essere molto veloce ed è necessario colpire la bilia a circa 3/5 in testa senza imprimere nessun effetto.

Nella condizione di tiro di due sponde a volo veloce, con la bilia battente vicino al castello, è opportuno eseguire la formula 9+3=12 perché ci si trova nella condizione di bilia nel punto 9 e caso 3.


Le Bricolle

Il sistema Bricolle può seguire diverse procedure, vediamo quello più utilizzato, cioè il sistema diamante buono del 10.

In questo sistema è fondamentale dividere la procedura di calcolo in due rilevamenti, vediamoli più nel dettaglio.

Primo rilevamento: partendo dalla sponda corta del quadrante inferiore e facendosi aiutare dalla stecca, si immagina una linea retta della bilia avversaria fino a trovare il diamante 10 sulla sponda lunga. Il valore in questo caso sulla sponda corta equivale a 21, che a sua volta viene suddiviso per il numero 3, ottenendo il valore 7.

Secondo rilevamento: per la seconda parte del rilevamento è necessario spostarsi sulla bilia battente, la propria, mirando con la stecca sulla sponda corta e rilevando il numero 7. Individuato il punto è indispensabile valutare bene l'altezza dove si trova il calcio della stecca sulla gomma della sponda di partenza, focalizzando l'attenzione sul conteggio della linea dei diamanti.

Nel caso i cui si passasse sopra il primo diamante, cioè il 10, bisogna aggiungere al punto di Attacco +1.5 punti, +3 se si passa sopra al secondo diamante del 20, +4.5 punti se si passa sopra il terzo diamante del 30 e ben +6 punti se si passa sopra il quarto diamante del 40.

La Candela

Quando si utilizza questa tipologia di tiro si identifica quel movimento in cui la bilia dell'avversario si trova in prossimità del castello e viene raggiunta dalla battente, inducendola prima verso la sponda corta. Esistono diversi metodi per eseguire la Candela, ma usualmente viene utilizzato quello a Partenza uguale alla Mira.

Il conteggio in questo caso avviene considerando la Partenza con la stessa numerazione degli Attacchi oppure della Mira, la traiettoria per raggiungere il Rosso necessariamente deve partire dall'angolo numero 6 e individuata la battente bisogna ricercare la direttrice che passa per l'Avversaria, parallela alla battente del birillo rosso.

In questo caso il punto di Mira viene a essere il punto che si trova a metà tra i due punti trovati nella proiezione.


Le garuffe

Uno dei tiri più difficili e caratteristici del biliardo è la Garuffa, con cui si sviluppa un effetto molto particolare e non adatto a tutti.

Il conteggio dei punti avviene considerando la formula Attacco=Partenza+Uscita, ma vi sono diverse combinazioni possibili.

Nel caso in cui ci sia una bilia avversaria in uscita è importante allineare quest'ultima sul birillo rosso. In questo modo viene rilevato un valore di uscita in sponda corta, se effettuato in taglio 3 in pancia può indire per esempio al valore 15.

Nel caso in cui la bilia battente fosse di Partenza, allora è necessario allinearla con il diamante Zero di sponda corta. Nello specifico si otterrà un valore in sponda corta di +3 rispetto al precedente.

Per non confondersi tra le varie nomenclature è intelligente applicare il calcolo del valore d'Attacco. Questo non è altro che il risultato della somma del valore della bilia avversaria e del valore della bilia battente. Prendendo il caso precedente, si avrà un totale di 15+18= 33 punti.

Nella condizione in cui il biliardo sia seminuovo viene aggiunto +1 punto sulla somma totale, ogni sei dal punto in cui si trova la bilia avversaria.

Nel caso di un biliardo battuto, la proporzione è di +1 punto ogni sette.


2 sponde a mo' di 3

Tra le infinite soluzioni di calcolo dell'Angolo 50 figura anche quella del sistema a 2 sponde a mo' di 3, questa si caratterizza delle stesse formule dell'Angolo 50, basandosi principalmente sulla formula Uscita=Partenza-Attacco.

Durante la partita è opportuno individuare la diagonale a 45° e traguardare la linea del diamante sulla sponda corta e sul pari della sponda lunga più vicina alla bilia avversaria.

Attuando una proiezione parallela è necessario spostare la diagonale sulla bilia e leggere il valore di uscita della bilia stessa.

Nel caso in cui la bilia avversaria è in posizione inferiore al diamante 20, allora la linea di valutazione viene a passare a filo esterno della bilia necessariamente dal lato d'uscita.

Se invece si trova su una diagonale superiore al diamante 20 la valutazione è da attribuire al centro della bilia avversaria.


Striscio Lunga-corta

Quando si applica il sistema con lo striscio lunga-corta è indispensabile valutare la partenza. Questa deve avvenire dal primo diamante di sponda corta e deve battere sul diamante Zero di sponda lunga per raggiungere il birillo rosso.

Uno dei casi più ricorrenti risiede nella bilia battente che si sposta verso il centro della sponda corta, in questo caso è essenziale mirare sulla sponda lunga con una distanza doppia rispetto allo spostamento iniziale.

Per esempio, se si partisse dal centro della sponda corta con 10 di spostamento, bisognerebbe mirare al 20 di lunga per colpire il birillo rosso.

Con questo sistema si considera il valore dei birilli teorico, cioè è importante verificare e adeguare il tiro a seconda delle uscite sul panno verde.

La gestione dei punti avviene nello specifico per le Uscite sul panno verde, mentre nelle Partenze e gli Attacchi sui diamanti.

Cerchi un tavolo da biliardo o carambola?

Nel sito tavolidagioco.it potrai trovare il tavolo da biliardo o carambola, adatto alle tue esigenze.

Che tu sia un amatore o professionista, nel nostro ampio catalogo puoi trovare il tavolo adatto a te.

Ecco solo una selezione di alcuni prodotti: