Quali sono le regole della Carambola e come si gioca?

La Carambola è un tipo di gioco da Biliardo che raggruppa diverse varianti, ciascuna delle quali con determinate regole.

Pare che questi giochi abbiano origini molto antiche ma che sia stato grazie a Luigi XI re di Francia che si diffuse la passione europea per i giochi ludici da tavolo che conosciamo come biliardo.

Una delle più famose e giocate in Europa è appunto la carambola, questa comprende molte varianti, regolamenti diversi e difficoltà crescenti, chiamate specialità.

Le più conosciute e giocate sono:

  • la carambola libera
  • a una sponda
  • a due sponde
  • a tre sponde
  • quadro
  • a quattro bilie
  • artistica
  • decimale

Regole:

Sono i due i giocatori che muniti di stecca da biliardo , si sfidano a colpire le bilie al tavolo da biliardo seguendo le regole specifiche della variante che scelgono di giocare.

Il tavolo utilizzato per questo tipo di gioco non prevede buche e le sue dimensioni regolamentari sono cm. 284 in lunghezza e cm.142 in larghezza con un'altezza che varia dai 75 agli 85 cm.

Esistono regole precise che nei campionati stabiliscono; sia il colore del panno che copre il tavolo (generalmente blu o verde) che l’altezza delle sponde di gomma e la presenza di punti di riferimento chiamati diamanti che sono posizionati lungo tutto il perimetro del tavolo.

Con il termine "Mouche" si definiscono i punti dove andranno posizionate le bilie alla partenza. In tutto sono cinque punti, tre a una distanza di 71 cm posti nella lunghezza del tavolo e due segnalati partendo dal punto centrale da sinistra a destra, alla distanza di 18,25 cm. Le tre bilie verranno sempre riposizionate nel gioco rispettando i punti di segnalazione.

Le bilie utilizzate devono avere misure e pesi secondo il regolamento, generalmente sono di colore bianco, giallo e rosso ma è possibile giocare anche con due bianche e una rossa a condizione che le bianche siano segnalate con punti di riferimento.

Le regole della carambola

La Carambola come dicevamo viene giocata con tre bilie, generalmente se ne utilizza, una di colore bianco, una di colore giallo e una di colore rosso. La bilia bianca e quella rossa vengono attribuite ognuna ad un giocatore, quella rossa che nel gergo del gioco viene denominata pallino resta sul tavolo allo scopo di essere colpita.

Per decidere chi inizia il primo tiro in partita, ogni giocatore colpisce simultaneamente la propria palla per la lunghezza del tavolo in modo che nel lancio si vada a colpire la sponda opposta per poi tornare indietro raggiungendo di nuovo il punto di partenza. La palla che senza commettere fallo si avvicina più si avvicina alla sponda di tiro vince l’accosto e dà al proprietario la possibilità di decidere se giocare per primo o lasciare il proprio turno all’avversario.

Varianti e tipologie della carambola

La carambola libera o italiana :è quella più semplice tra le varianti, per ottenere il punto è necessario colpire con la stecca la propria bilia e andare a toccare sia il pallino che la bilia dell’avversario, non importa con che modalità la cosa importante per ottenere il punto è il tocco .


La carambola a una sponda: in questo caso il giocatore potrà ottenere il punto colpendo la sponda, poi il pallino e infine la palla dell’avversario, oppure la sponda, e in sequenza la palla dell’avversario e il pallino e nell’ultima opzione; la sponda e le due bilie contemporaneamente.


La carambola a due sponde: come chiaramente viene stabilito dal titolo di questa tipologia di gioco, in ogni caso per ottenere il punto il giocatore prima di colpire in sequenza o in contemporanea le due bilie dovrà prima andare a toccare con il lancio due delle quattro sponde.


La carambola a tre sponde: per ottenere il punto si devono toccare con il lancio le tre sponde e manda le bilie in gioco


La carambola quadro : questa specialità prevede che il giocatore di turno con il colpo dato alla propria bilia, vada a toccare sia la palla dell'avversario che il pallino per poi posizionarsi nel quadrato della tavolo dichiarato prima del tiro .

La carambola a quattro bilie: il giocatore sempre utilizzando la stecca deve effettuare un tiro che vada a toccare le tre palle presenti sul tavolo. Otterrà un punto se riesce a colpire due su tre bilie e due punti se invece riesce a colpire nello stesso lancio tutte e tre le bilie.

La carambola artistica: Le regole di questo tipo di carambola prevedono sempre il tocco delle due bilie ma i lanci devono essere fatti eseguendo difficili posizioni stabilite dal regolamento sotto il controllo del giudice di gara.

La carambola decimale: si gioca con quattro biglie di colori diversi che in genere sono il bianco, il giallo, il rosso e il blu. Il giocatore che ha ottenuto il primo tiro dovrà colpire la propria palla e cercare di andare a toccare le bilie sul tavolo. Per ottenere il massimo punteggio dovrà colpire tre su tre, in questo caso otterrà 10 punti, 5 se colpisce solo due bilie e due punti se colpisce solo una delle tre bilie. Può raddoppiare il punteggio se prima delle bilie colpisce almeno una sponda.

Ogni volta che viene commesso un fallo il giocatore lascia la mano di gioco all'avversario. Alcuni degli errori più comuni che costano il turno e alle volte decidono le sorti di una partita sono: colpire la palla ancora in movimento e far saltare la palla fuori dal tavolo. Un altro grave fallo avviene se in fase di tiro il giocatore alza entrambi i piedi da terra o tocca le bilie con qualsiasi parte del corpo o con una parte della stecca non prevista.

Lo scopo del gioco è arrivare per primi ad ottenere il punteggio prefissato.

Che differenza c'è tra carambola e biliardo?

Abbiamo visto che la carambola utilizza il tavolo da biliardo all’italiana, ovvero senza buche che identifica tutte le specialità di gioco di cui abbiamo parlato.

Quello che generalmente viene chiamato biliardo americano conosciuto anche come Pool, utilizza invece un tavolo con sei buche; quattro angolari e due laterali.

Se per le specialità di carambola generalmente si utilizzano tre bilie, al massimo e solo in un paio di specialità ne viene introdotta una quarta, mentre nel gioco del biliardo sono previste sedici palline, quindici delle quali sono colorate e numerate dal numero 1 al numero 15, la sedicesima è la bilia bianca ed è quella che i giocatori colpiscono alternativamente per mandare in buca le bilie.

Per la carambola la tattica di gioco prevede un accurato calcolo della traiettoria della palla bocciata, che dovrà colpire sponde e bilie per ottenere un buon punteggio.

Nel Pool, conosciuto anche come biliardo palla 8, il giocatore che ha ottenuto di fare il primo turno, dovrà spaccare la piramide di bilie posta al lato opposto del punto di tiro e di volta in volta dichiarare il numero della palla che tenterà di mandare in buca.

Tutti i tiri sono validi per segnare punti tranne se finisce in buca la palla numero 8 che deve essere la buca di chiusura del gioco.