Come giocare a biliardo da professionista

Il biliardo non è solamente un gioco ma una disciplina olimpica che richiede notevole preparazione e tecnica. I grandi campioni di biliardo sono noti in tutti il mondo e sono divenuti oggi dei veri vip osannati come quelli che praticano altre discipline sportive più conosciute e popolari. Giocare a biliardo da professionista non è certamente un’impresa semplice. Nei capitoli seguenti cercheremo di fornirvi alcune indicazioni di carattere tecnico per approcciarvi al gioco del biliardo e con grande dedizione ed impegno diventare un giorno dei giocatori professionisti di successo.

Giocare a biliardo come un vero campione

Per diventare un vero professionista del gioco del biliardo dovrai innanzitutto dotarti di strumenti professionali che ti permettano di imparare questa disciplina: a tal proposito il nostro consiglio è per prima cosa quello di acquistare una  stecca di qualità che ti consenta di esercitarti per perfezionare un tocco preciso ed una mira perfetta ed impeccabile. Se il tuo livello è di tipo amatoriale e vuoi diventare un vero giocatore professionista e perché no un vero e proprio talento di questo sport, dovrai forniti degli elementi base per migliorare la tua tecnica: vediamo come.

La posizione della mano nel gioco del biliardo

Un fattore estremamente importante nel gioco del biliardo è rappresentano dalla posizione della tua mano. A tal proposito dovrai prendere il calcio della stecca con il palmo della tua mano dominante, rigorosamente rivolto verso l’alto ed individuare il punto esatto della tua impugnatura, nel quale la stecca rimarrà in costante equilibrio. A questo punto dovrai impugnare il calcio della stecca, all’incirca 2,5 centimetri al di sotto di questo punto.

Successivamente dovrai eseguire una sorta di cerchio utilizzando il pollice e l’indice della tua mano ed inserire la punta della stecca su questo punto ed appoggiare il dito medio, rispettivamente dietro la nocca. Ti basterà poi stendere il dito medio, il dito anulare ed il dito mignolo, creando un supporto alla stecca. Il dorso della tua mano dovrà essere posizionato sul tavolo, sollevando leggermente la parte che sostiene il puntale della stecca.

La corretta postura nel gioco del biliardo

Altro aspetto fondamentale per imparare a divenire un giocatore professionista è imparare ad assumere una postura corretta; il piede che corrisponderà alla mano che sosterrà il puntale della stecca dovrà essere posizionato davanti al baricentro del corpo. Il secondo piede dovrà invece rimanere indietro. Il corpo dovrà essere spostato leggermente dal tavolo per non andare ad inficiare e a danneggiare le operazioni di tiro.

In sostanza dovrai andare ad avvicinarti con il tuo corpo al tavolo ma non eccessivamente, dal momento che dovrai rimanere inchinato verso il tavolo, così da riuscire a mantenere il controllo della direzione del tiro. La posizione di tiro corretta sarà compatibile con la stecca che scorrerà al di sotto del mento durante la fase di tiro.

Esaminando la posizione di un giocatore di biliardo professionista con quella di un giocatore principiante, noterete che il professionista terrà sempre la testa rivolta verso il basso con la stecca che scorrerà al di sotto del mento, durante le fasi di esecuzione del colpo. Difficilmente un giocatore principiante assumerà questa posizione nelle fasi di tiro.

Come colpire la biglia nel gioco del biliardo

Prima di ogni colpo, il giocatore professionista di biliardo avrà cura di ingessare la punta della sua stecca, come se dovesse passare su di essa una vera e propria pennellata. Assolutamente da evitare in questa fase, la rotazione del gessetto sulla punta della stecca.

Durante la fase di preparazione al tiro, la stecca dovrà essere sempre tenuta parallela al tavolo, allo scopo di ottenere il massimo controllo durante la fasi di tiro. Il movimento della stecca dovrà essere accelerato gradualmente mentre la stecca si avvicinerà alla biglia; anche il movimento del braccio dovrà essere estremamente dolce, come se il giocatore stesse nuotando nell’acqua. Il nostro consiglio è quello di evitare di colpire la pallina con un colpo secco: un colpo accompagnato sarà infatti in grado di impartire alla palla una spinta maggiore.

Posizione della stecca da biliardo

Altro aspetto fondamentale che contraddistingue i giocatori professionisti è la posizione della stecca da biliardo: quest’ultima dovrà essere mantenuta in posizione particolarmente retta e rilassata. In seguito all’impatto con la bilia la stecca dovrà procedere con la propria traiettoria fino ad andare a lambire il tappetto del tavolo da gioco. Il movimento della stecca non dovrà mai rallentare il suo movimento, prima di effettuare la stoccata del colpo.

Posizione del corpo dopo il tiro nel biliardo

La posizione del corpo del giocatore professionista dopo aver effettuato il tiro è estremamente importante: dopo il tiro dovrete infatti rimanere inclinati sul tavolo da biliardo : questa posizione vi permetterà di apprezzare l’angolo della biglia e la direzione di ogni altra sfera che verrà colpita nel corso della fase di gioco. Questa posizione vi consentirà inoltre di evitare una posizione accidentale del tiro, causata da movimenti particolarmente bruschi.

È importante precisare che dovrete eseguire il tiro solamente nel momento in cui sarete convinti della traiettoria che vorrete imprimere alla bilia. Una strategia utilizzata da molti professionisti è quella di pensare ad una bilia immaginaria nei pressi della sfera che vorrete mandare in buca. Questa strategia è in grado di rivelarsi davvero efficace in alcune circostanze delle fasi di gioco.

Segreti e tecniche del gioco del biliardo

Altro segreto e tecnica tipica dei giocatori professionisti del gioco del biliardo è il posizionamento della stecca al di sopra della bilia che vorrete mandare in buca; orientate la stecca in modo da creare una linea parallela tra la sfera e la buca alla quale punterete. Mantenendo la linea parallela creata con l’ausilio della stecca, posizionate poi la punta della stecca al centro invisibile della biglia nel punto dove dovrete colpire.

Mantenete la punta della stecca sul tavolo nella posizione precedente e muovete il resto della stecca in modo da arrivare al di sopra della biglia bianca. In questo modo riuscirete a configurare e ad ottenere l’angolo con il quale colpire la biglia bianca, per riuscire a mandare in buca l’altra sfera. Effettuate il tiro in base all’angolo che avrete calcolato eseguendo la nostra spiegazione e colpendo il centro della biglia bianca in modo che quest’ultima a sua volta vada ad impattare con la biglia da mandare in buca.

Imparare a giocare a biliardo con la mano non dominante

Altra tecnica importante per divenire giocatori professionisti è quella di iniziare a giocare con la vostra mano per così dire non dominante fino a divenire dei veri e propri ambidestri. Certamente diventare ambidestri non vi garantirà maggiori probabilità di vincere una partita con giocatori professionisti ma certamente una volta consolidata esperienza sarete in grado di diminuire il gap con in giocatori di un livello non amatoriale.

Molto spesso nel gioco del biliardo capita di dover tirare un colpo in un angolo non propriamente comodo per la propria mano dominante; con l’allenamento di entrambe le mani, la mano non dominate diventerà certamente più abile a gestire questa tipologia di situazioni nel corso delle fasi di gioco e nel tempo riuscirete ad eseguire anche i colpi più difficili.

Nel biliardo, come in moltissime altre discipline, il trasferimento di competenze da un compito ad un altro compito per la vostra mano non dominante, vi aiuterà ad essere più efficaci nelle diverse fasi di gioco: basti pensare a quanto nel calcio sia importante riuscire ad utilizzare entrambi i piedi.